Il Fondo

La Regione Campania ha lanciato nuove misure di sostegno al tessuto produttivo, stanziando 265 milioni di euro sul POR FESR 2007-2013, come dotazione di un Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI Campane, al fine di migliorare la capacità di accesso al credito e alla finanza per l’impresa, per gli operatori economici presenti sul territorio regionale, anche con  strumenti di finanza innovativa.

Il Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI Campane è stato costituito con il D.D. n. 298 del 24/12/2013 della DG “Sviluppo Economico e Attività Produttive” della Regione Campania pubblicato sul BURC n. 1 del 7/01/2014 e prevede i seguenti strumenti:

  • Operazioni a supporto del tessuto produttivo artigianale e di start up;
  • Iniziative finalizzate a facilitare l’accesso al credito;
  • Misure a favore dello sviluppo, della capacità innovativa e della competitività delle imprese sul territorio e delle reti formali di micro, piccole e medie imprese.

Nello stesso Decreto n. 298/2013, la gestione del Fondo Regionale per lo Sviluppo delle PMI Campane è affidata a Sviluppo Campania S.p.A., Società in house della Regione Campania, come previsto dalla DGR n. 378 del 24/09/2013 e s.m.i. attraverso cui, alla luce della congiuntura economica, sono adottate le suddette misure di sostegno al tessuto produttivo, programmando 100 milioni di Euro sul POR FESR Campania 2007/2013 quale dotazione del Fondo.

Un anno dopo, la dotazione finanziaria iniziale del Fondo Regionale per lo Sviluppo delle PMI Campane viene incrementata dalla Regione Campania, prima con DGR n. 648 del 15/12/2014 per complessivi 120 milioni di Euro e poi, con DGR n. 701 del 30/12/2014, di ulteriori 45 milioni di Euro.

Gli incrementi finanziari, corrisposti con le due suddette delibere regionali, costituiscono la “Sezione Speciale” del Fondo a valere sul POR Campania FESR 2007/2013, Obiettivo Operativo 2.4 – CREDITO E FINANZA INNOVATIVA – “Migliorare la capacità di accesso al credito e alla finanza per l’impresa per gli operatori economici presente sul territorio regionale, anche con strumenti di finanza innovativa” – azione b.

Il primo incremento di 120 Meuro viene recepito con D.D. n. 1327 del 23/12/14 che ne destina trenta alla realizzazione di “Misure anticicliche e salvaguardia dell’occupazione” ed i restanti novanta a “nuovi interventi finalizzati a favorire la crescita economica, le capacità competitive e la ripresa occupazionale in Regione Campania anche attraverso il rafforzamento patrimoniale ed il fabbisogno di circolante delle imprese”.                              Il secondo incremento di  € 45 Meuro della Sezione Speciale del Fondo viene ammesso a finanziamento con successivo D.D. n. 1374 del 30/12/2014.